Chi siamo

Nel 1994 nasceva AIL Palermo-Trapani. La Crescita della nostra associazione è andata di pari passo con lo sviluppo della ricerca scientifica e del miglioramento significativo delle aspettative di guarigione dei pazienti colpiti da leucemia.

Successi

I successi terapeutici sono dovuti alla disponibilità di nuovi farmaci, ai passi avanti compiuti dalle tecniche di trapianto e alla presenza di gruppi cooperativi come il “GINEMA” (fondato da AIL), che, mettendo insieme tutte le Ematologie del Paese, elabora protocolli di cura unitari e porta avanti una ricerca indipendente. Questi risultati sono stati resi possibili grazie alla presenza dell’AIL, che ha sostenuto la ricerca, supportato le esigenze delle divisioni di Onco-Ematologia, sostenuto i malati e i loro familiari.

Gli obiettivi raggiunti

Nel ricordare i nostri 25 anni, ci accorgiamo con orgoglio che molto è stato realizzato. Dalla sinergia tra AIL, medici e cittadini è nato il Centro Trapianti di Midollo Osseo, il completamento della Divisione di Onco-ematologia dell’ospedale Cervello, l’Assistenza Domiciliare, il Servizio di Psico-oncoematologia, la Casa AIL, il Servizio Navetta e Transfer, l’organizzazione di una struttura di volontari finalizzata a mettere al centro del processo di cura, non solo la malattia, ma, soprattutto, la persona.

Gli obiettivi da raggiungere

Il nostro auspicio è che con il costante contributo della cittadinanza, possa far compiere, alla cura delle emopatie in Sicilia, quei passi avanti decisivi per migliorare i risultati terapeutici e per assicurare maggior sostegno ai malati e alle loro famiglie.Per garantire tutto ciò è, allora, doveroso chiedere ai responsabili della Salute a livello regionale di potenziare i centri d’eccellenza, di valorizzarli per essere competitivi, sul piano scientifico ma anche logistico, e scoraggiare, in tal modo, gli inutili viaggi della speranza. Di disegnare una rete onco-ematologica in grado di effettuare diagnosi precoci e di fare da filtro all’intasamento dei centri d’eccellenza. Di istituire l’assistenza domiciliare in tutto il territorio regionale. Di ripensare la banca del cordone e portare avanti una più decisa politica di sensibilizzazione alla donazione del sangue e del midollo osseo, per poter rispondere meglio ai bisogni dei nostri malati. Uno sforzo serio va fatto anche per il monitoraggio e la messa in sicurezza ambientale delle numerose aree a rischio della nostra regione con un’accorta politica di risanamento, già peraltro, prevista dai tecnici dell’Osservatorio. Fieri di quanto è già stato fatto, proveremo a raggiungere questi nuovi obiettivi. Ringraziamenti Concludendo, ripensando a questi anni, è giusto esprimere riconoscenza al lavoro silenzioso e senza pause dei nostri volontari, impegnati sia nelle iniziative per la raccolta fondi sia nelle opere a favore dei malati, che vivono grazie alla gratuità del loro impegno. Altro ringraziamento va ai cittadini delle province di Palermo e di Trapani che, con la loro generosità, garantiscono l’esistenza e lo sviluppo della nostra associazione.

Pino Toro

Presidente AIL Palermo

Chi siamo

Nel 1994 nasceva AIL Palermo-Trapani. La Crescita della nostra associazione è andata di pari passo con lo sviluppo della ricerca scientifica e del miglioramento significativo delle aspettative di guarigione dei pazienti colpiti da leucemia.

Successi

I successi terapeutici sono dovuti alla disponibilità di nuovi farmaci, ai passi avanti compiuti dalle tecniche di trapianto e alla presenza di gruppi cooperativi come il “GINEMA” (fondato da AIL), che, mettendo insieme tutte le Ematologie del Paese, elabora protocolli di cura unitari e porta avanti una ricerca indipendente. Questi risultati sono stati resi possibili grazie alla presenza dell’AIL, che ha sostenuto la ricerca, supportato le esigenze delle divisioni di Onco-Ematologia, sostenuto i malati e i loro familiari.

Gli obiettivi raggiunti

Nel ricordare i nostri 25 anni, ci accorgiamo con orgoglio che molto è stato realizzato. Dalla sinergia tra AIL, medici e cittadini è nato il Centro Trapianti di Midollo Osseo, il completamento della Divisione di Onco-ematologia dell’ospedale Cervello, l’Assistenza Domiciliare, il Servizio di Psico-oncoematologia, la Casa AIL, il Servizio Navetta e Transfer, l’organizzazione di una struttura di volontari finalizzata a mettere al centro del processo di cura, non solo la malattia, ma, soprattutto, la persona.

Gli obiettivi da raggiungere

Il nostro auspicio è che con il costante contributo della cittadinanza, possa far compiere, alla cura delle emopatie in Sicilia, quei passi avanti decisivi per migliorare i risultati terapeutici e per assicurare maggior sostegno ai malati e alle loro famiglie.Per garantire tutto ciò è, allora, doveroso chiedere ai responsabili della Salute a livello regionale di potenziare i centri d’eccellenza, di valorizzarli per essere competitivi, sul piano scientifico ma anche logistico, e scoraggiare, in tal modo, gli inutili viaggi della speranza. Di disegnare una rete onco-ematologica in grado di effettuare diagnosi precoci e di fare da filtro all’intasamento dei centri d’eccellenza. Di istituire l’assistenza domiciliare in tutto il territorio regionale. Di ripensare la banca del cordone e portare avanti una più decisa politica di sensibilizzazione alla donazione del sangue e del midollo osseo, per poter rispondere meglio ai bisogni dei nostri malati. Uno sforzo serio va fatto anche per il monitoraggio e la messa in sicurezza ambientale delle numerose aree a rischio della nostra regione con un’accorta politica di risanamento, già peraltro, prevista dai tecnici dell’Osservatorio. Fieri di quanto è già stato fatto, proveremo a raggiungere questi nuovi obiettivi. Ringraziamenti Concludendo, ripensando a questi anni, è giusto esprimere riconoscenza al lavoro silenzioso e senza pause dei nostri volontari, impegnati sia nelle iniziative per la raccolta fondi sia nelle opere a favore dei malati, che vivono grazie alla gratuità del loro impegno. Altro ringraziamento va ai cittadini delle province di Palermo e di Trapani che, con la loro generosità, garantiscono l’esistenza e lo sviluppo della nostra associazione.

Pino Toro

Presidente AIL Palermo

La nostra missione

Ricerca

Promuovere e sostenere gli studi scientifici in campo ematologico.

Sensibilizzazione

dell’opinione pubblica alla lotta contro le malattie ematologiche

Assistenza

Migliorare la qualità della vita di malati e familiari, e aiutarli attraverso servizi dedicati

Dal 1969 al fianco del paziente e a favore della ricerca per combattere i tumori del sangue

Organigramma

Presidente

Giuseppe Toro

Presidente

Consiglio di amministrazione

Graziella Caraccio

Segretario

Salvatore Limuti

Tesoriere

Gaspare Alessi

Consigliere

Angela Catanese

Consigliere

Gioacchino Lazzara

Consigliere

Pietro Quattrocchi

Consigliere

Antonino Salerno

Consigliere

Silvana Seminero

Consigliere

Cristina Bella

Consigliere

Gaetano Scancarello

Consigliere

Anna D’Aguanno

Consigliere

Ina Giardina

Consigliere

Collegio revisori dei conti

Teresa Giacalone

Presidente

Caterina Baiata

Componente

Giuseppe Lo Grande

Componente

Probiviri

Giuseppe Occhipinti

Presidente

Marco La Grassa

Componente

Giuseppe La Monica

Componente

Comitato scientifico

Raimondo Marcenò

Responsabile

Personale dipendente

Rossella Teresi

RSPP - Amministrazione e contabilità

Claudia Lo Castro

Servizio di psicologia e Raccolta fondi

Ilenia Trifirò

Selezione e formazione volontari

Vilma Mazzola

Servizi logistici e case AIL

Servizi di accoglienza ospedalieri

Isabella Spadaro

Lab. di Oncoematologia P.O. "V. Cervello"

Claudia Lo Coco

UOC - Ematologia Policlinico "P. Giaccone"

Manuela Carramusa

UOC - Oncoematologia
P.O. " V. Cervello"

Antonella Ricevuto

Assistente sociale

Delegazioni territoriali

Diego Anzalone

Delegazione Alcamo

Stefania La Sala

Delegazione Trapani

Pietro Quattrocchi

Delegazione Termini Imerese

Statuto